Home » Digitilizzazione » Internet of Things: Implementare correttamente gli standard a prova di futuro

Internet of Things: Implementare correttamente gli standard a prova di futuro

L’IoT (dall’inglese Internet of Things) si affida a soluzioni standardizzate per le tecnologie di rete, comprese quelle basate su piattaforme diverse. Sfortunatamente, IoT è ancora un termine nuovo, spesso usato in maniera inadeguata. Concretamente, si tratta della messa in rete intelligente di vari oggetti tramite Internet, il cui scopo è una rapida disponibilità di dati diversi.

La disponibilità dei dati garantisce un’elevata produttività

L’IoT risulta direttamente correlato alla digitalizzazione delle aziende o Industria 4.0. Lo scambio di dati tra macchine e sistemi informatici svolge un ruolo sempre più importante nell’aumento di prestazione ed efficienza nei processi produttivi.

Si tratta essenzialmente della comunicazione di componenti controllati da microprocessori tramite una rete digitale. A cosa serve? Ecco alcuni esempi:

  • Invia informazioni sullo stato dei singoli processi di produzione nelle immediate vicinanze o in aree distanti fra loro
  • Consente la visualizzazione digitale o l’elaborazione dei dati processati. Un esempio è quello dell’utilizzo di tag RFID o codici QR per identificare i singoli componenti. Ciò potrebbe assicurare il collegamento in rete di intere linee di produzione
  • Produzione intelligente con l’aiuto dell’Internet of Things, come l’uso di robot o stampanti 3D
  • È molto più facile implementare la produzione just-in-time con l’aiuto di fasi di produzione perfettamente collegate in rete, ciò si traduce in un minore spazio di archiviazione necessario
  • Assicura il controllo di un’ampia varietà di macchine, che non deve necessariamente essere svolto dall’uomo

IoT, vantaggi e svantaggi

Come già detto l’Internet delle cose è reso possibile dall’uso di dispositivi che interagiscono tra loro senza l’intervento umano, tramite l’uso di un database centrale in cui confluiscono tutte le informazioni rilevanti. In questa maniera, tutti i dati sono disponibili in una posizione centrale, il che significa che sono possibili reazioni rapide a diverse situazioni di produzione.

Ma ci sono anche alcuni svantaggi. Dopotutto, la connessione tra le macchine basata su Internet necessita di una riconversione di macchine esistenti, ciò può essere inizialmente dispendioso; inoltre l’Internet of Things può significare un maggiore dispendio di energia. Potrebbero inoltre esserci problemi legati alla sicurezza.

L’importanza di implementare le misure di sicurezza in modo coerente

Ovunque i dati vengano raccolti, archiviati o scambiati, sono richiesti determinati standard di sicurezza. L’implementazione di questi è una parte essenziale quando si convertono le fasi di produzione all’ Industria 4.0.

Sfortunatamente, molte aziende oggi hanno ancora grandi preoccupazioni per la sicurezza dei sistemi di produzione e della loro relativa connessione a Internet. Queste preoccupazioni sono comprensibili, chiaramente.

Tuttavia, i pericoli possono essere ridotti al minimo se la sicurezza svolge un ruolo fondamentale fin dall’inizio, durante l’implementazione o il passaggio all’Internet of Things. Più dati vengono digitalizzati nei sistemi di produzione, più importante è la sicurezza. Ecco alcuni esempi:

  • Accesso protetto da password per elementi di controllo o HMI (Human Machine Interfaces)
  • La comunicazione tra diversi dispositivi all’interno di un ambiente di rete utilizzando certificati per l’autenticazione, ad esempio utilizzando la crittografia ibrida
  • L’analisi dell’accesso alla rete all’interno dei sistemi, ad esempio attraverso il “Policy Enforcement Point” (PEP)
  • “Policy Decision Point” (PDP) come meccanismo di sicurezza in cui le decisioni per l’autorizzazione vengono prese sulla base di attributi utente precedentemente definiti per i singoli componenti del sistema

Utilizzare l’Internet delle cose in diversi campi

Sono numerosi oggi i settori in cui l’IoT gioca un ruolo essenziale. Eccone alcuni:

  • Produzione
    Mentre in passato le macchine di produzione lavoravano in maniera indipendente, oggi si basano su una rete efficiente in modo che tutte le fasi di produzione possano essere coordinate dall’inizio alla fine.
  • Auto e Guida
    I veicoli fanno già parte del mondo digitale. Importanti punti chiave qui sono il collegamento in rete dei veicoli o la guida automatizzata.
  • Prodotti sanitari e Medicinali
    L’Internet delle cose svolge un ruolo importante nel monitoraggio e nel controllo dei prodotti sanitari e nella produzione di medicinali. Importanti aree di applicazione della tecnologia di sicurezza in questo settore consistono, ad esempio, nei controlli di qualità o nella protezione contro la contraffazione, ad esempio mediante l’uso della codifica a matrice di dati.
  • HMI
    Nonostante il collegamento in rete funzioni per un’ampia varietà di cose, non è possibile evitare il funzionamento dei singoli componenti con l’aiuto di HMI. Anche questi sono una parte importante dell’Internet of Things, proprio come i big data o, ad esempio, la smart factory. Gli HMI rappresentano le interfacce tra uomo e macchina, tra i quali ci devono essere corrispondenti standard di sicurezza.
  • Transizione Energetica
    L’IoT può rendere la gestione della rete il più efficiente possibile e con sufficiente sicurezza dei sistemi.

    Puntare sulla sostenibilità fin dall’inizio

    Anche la sostenibilità è importante, soprattutto per quanto riguarda l’uso dell’Internet of Things, ad esempio per l’uso efficiente delle energie rinnovabili. Ci sono ancora molti margini di miglioramento, poiché nel recente passato il consumo delle singole componenti dell’Internet of Things è aumentato notevolmente e con esso l’elettricità consumata inutilmente. Si rende, così indispensabile una gestione intelligente dell’energia.

    L’IoT e il ruolo dell’Italia nel suo sviluppo

    Anche il nostro paese svolge un ruolo importante nello sviluppo dell’Internet delle cose. Il commercio elettronico, così come lo scambio di dati via Internet che si verificano nell’area della produzione automatizzata di beni o dati provenienti da Internet e dal settore della comunicazione, rappresentano ormai una fetta importante dell’economia industriale.

    Conclusione:

    L’Internet delle cose è già onnipresente. Tuttavia, c’è ancora un grande bisogno di avanzamento e approfondimento, soprattutto per quanto riguarda gli standard di sicurezza, un uso ottimale dell’energia, soprattutto per quanto riguarda l’uso di fonti alternative.

Lascia un commento